news, comunicazione, grafica ... pausa caffè

A caccia di clic

Nel momento in cui un’azienda si propone nel web inizia la sua caccia ai clic sia sui social che nei risultati dei motori di ricerca.
A questo proposito spesso si parla di scrittura persuasiva, cioè testi elaborati per sfruttare le meccaniche del cervello e il modo in cui prendiamo decisioni con l’obiettivo di spingerci verso l’azione desiderata.
Alcuni di questi accorgimenti sono davvero semplici e si basano su termini che si voglia o no, instillano curiosità e/o un’aspettativa positiva.

Ad esempio se si legge una domanda si è portati a dare una risposta e a voler sapere se si ha ragione, ma anche termini come “scopri”, “svelato” o formulazioni come “i migliori modi per…” creano curiosità. Una componente numerica nel titolo aiuta ad attirare l’attenzione e creare aspettative.

Nei social questa caccia di clic ha assunto anche forme negative per l’esperienza utente e la scarsità di contenuti: il clic-bait e l’engagement-bait, post che con un pretesto spingono gli utenti a cliccare o a interagire con i contenuti. Gli ultimi aggiornamenti di facebook cercano di penalizzare e ridurre la visibilità di questi post e delle pagine che li utilizzano frequentemente.

Forme catalogo

La forma del catalogo prodotti incide sia sotto l’aspetto emozionale che sotto l’aspetto pratico nel suo utilizzo. Forma e dimensione, definendo lo spazio a disposizione, interagiscono con i contenuti visuali e testuali del catalogo.

Ad esempio le foto solitamente hanno un rapporto 4/3 o 3/2 o 16/9 con orientamento rettangolare orizzontale e si adattano ad un formato dello stesso genere, ma se l’interesse è di mostrare dettagli o immagini che non hanno questo rapporto, si potrà utilizzare il formato quadrato.

Indubbiamente i formati più utilizzati per i cataloghi sono l’A4 e l’A5, il fatto che siano comuni non deve essere visto come una negatività, sono così diffusi perché sono i più semplici da fruire dal potenziale cliente.
Un formato fuori dimensione può aiutare il catalogo a distinguersi e a comunicare eleganza o ricercatezza oppure originalità, ma la ricerca dell’unicità non deve andare a discapito della semplicità d’uso dello strumento di comunicazione. Se sei interessato al tema cataloghi LEGGI L’APPROFONDIMENTO.