news, comunicazione, grafica ... pausa caffè

ADS nei gruppi

Interessanti novità per le aziende che hanno intenzione di investire in pubblicità online. Facebook ha confermato l’avvio di un test per l’inserimento delle inserzioni pubblicitarie nei gruppi. Il test è già attivo per una parte degli utenti in Australia, Canada, Irlanda e Nuova Zelanda. Le inserzioni nei gruppi avranno lo stesso aspetto delle inserzioni nella sezione notizie e verranno mostrate sulla base dell’argomento del gruppo o sulle attuali opzioni per la definizione del target.

Gli utenti iscritti sono un miliardo e le tematiche sono le più varie, dalla famiglia al lavoro, dalla vendita al no profit. Per Facebook sarà un sicuro bacino per incrementare i profitti dalla vendita di Ads, vedremo se per le aziende sarà un modo altrettanto proficuo di fare pubblicità presso un target specifico.

Facebook sta modificando il modo in cui vengono calcolate le impressioni non a pagamento dei post, in modo da non includere impressioni ripetute per la stessa persona. Le aziende potrebbero quindi constatarne una riduzione nelle statistiche.

Originale?

Ogni volta in cui vi parliamo di logo, vi sottolineiamo quanto sia importante che sia originale, nel senso di personale e caratteristico, per una maggiore distintività e riconoscibilità del marchio.

Ma anche i grandi possono commettere errori, questa volta è il turno di Facebook con il logo di Calibra (il portafoglio elettronico per gestire la criptovaluta Libra che la società sta cercando di lanciare).

Current, piattaforma bancaria, ha citato in giudizio per violazione del marchio e concorrenza sleale l’azienda di Mark Zuckerberg, chiamata in causa è anche l’agenzia che ha realizzato entrambi i loghi. Current è quindi passata ai fatti dopo il post di giugno in cui aveva pubblicato sul proprio profilo Twitter l’immagine dei due loghi affiancati e una didascalia ironica: “questo è ciò che succede quando ti rimane un solo pastello”. Una scelta sbagliata quindi, che porta a danni d’immagine, problemi legali e potenzialmente seguiti economici.